Visualizzazioni totali

venerdì 5 giugno 2015

Interventi Psicoeducativi a Campobasso

Interventi psicoeducativi specifici per la promozione e la tutela della salute mentale: l'esperienza e le evidenze del DSM di Campobasso

Franco Veltro¹, Manuel Alejandro Morales-Garcìa¹, Ilenia Nicchiniello¹-², Ines Oricchio¹, Alessia Pica¹-², Irene Pontarelli¹-², Nicola Vendittelli¹
¹Dipartimento di Salute Mentale di Campobasso, ASReM; 
²Cooperativa Sociale “Nuove Prospettive”

RIASSUNTO

Nel presente contributo gli Autori, dopo un’introduzione generale nella quale viene illustrata una sintetica panoramica della letteratura sull’efficacia degli interventi psicoeducativi, descrivono alcuni di questi approcci erogati in modo routinario presso il Dipartimento di Salute Mentale di Campobasso, specifici per alcune tipologie di pazienti e per contesto di trattamento. Sono in particolar modo descritti quegli interventi di provata efficacia nell’ottica della sanità pubblica, per rispondere sia all’esigenza di promozione e prevenzione, sia di tutela, vale a dire per la cura, la gestione e la riabilitazione dei pazienti con psicosi. Gli interventi descritti riguardano: a) la promozione del benessere psicologico presso le scuole; b) la gestione del disturbo schizofrenico con un intervento multifamiliare basato sul problem solving; c) la gestione del disturbo bipolare con un intervento di gruppo di pazienti anche in un’ottica di self-help; d) il funzionamento cognitivo dei pazienti affetti da schizofrenia mediante due interventi di gruppo tra loro complementari, quali il problem solving e la riabilitazione emozionale-cognitiva; e) la gestione della cura in SPDC. Per ogni intervento sono riportati i risultati ottenuti attraverso studi “pragmatici nella real-life”, in alcuni casi ripetuti, di confronto e/o di follow-up. In tutti i contesti e per tutte le diverse tipologie di utenti, l’adattamento specifico dell’approccio psicoeducativo basato su manuali operativi ha dimostrato, anche per interventi sperimentali e fortemente innovativi, di essere molto efficace.

SUMMARY

In this paper the authors, after a general introduction which discusses a brief overview of the literature of the effectiveness of psychoeducational interventions, describe some of these approaches provided routinely at the Department of Mental Health of Campobasso, specific for types of patients and context of treatment. Effective interventions of a great importance for public health conceived to respond to the need for promotion, prevention, treatment, management and rehabilitation of patients with psychosis are described. They concern: a) the promotion of psychological well-being in schools; b) the management of schizophrenia with a multi-family intervention based on the problem solving; c) the management of bipolar disorder with an intervention group of patients also in terms of self-help; d) the cognitive functioning of patients with schizophrenia by means of two group interventions, such as problem solving and emotional-cognitive rehabilitation; e) the management of care in SPDC. For each intervention the results obtained through "pragmatic studies in the real-life", in some cases repeated comparison and / or follow-up, are shown. In all contexts and for all the different types of users, the specific adaptation of the psychoeducational approach based on operating manuals, even for experimental and and highly innovative interventions, has shown to be very effective.http://www.usl7.toscana.it/NRSP/index.php?option=com_content&view=article&id=165:interventi-psicoeducativi-specifici-per-la-promozione-e-la-tutela-della-salute-mentale-l-esperienza-e-le-evidenze-del-dsm-di-campobasso&catid=26:01-articoli-originali-richiesti&Itemid=258

Improve Psychological Wellbeing at School


Valutazione dell’impatto della nuova versione di un manuale per la promozione del benessere psicologico e dell’intelligenza emotiva nelle scuole con studenti di età 12-15 anni
Evaluation of the impact of the new version of a handbook to promote psychological wellbeing and emotional intelligence in the schools (students aged 12-15)
FRANCO VELTRO1, VALENTINA IALENTI1, MANUEL ALEJANDRO MORALES GARCÍA1, CLAUDIA IANNONE1, EMILIANA BONANNI1, ANTONELLA GIGANTESCO2
E-mail: franco.veltro@asrem.org
1Dipartimento di Salute Mentale di Campobasso, ASReM 2Istituto Superiore di Sanità, Roma
RIASSUNTO. Scopo. Uno studio recente ha dimostrato l’efficacia di un intervento strutturato basato su un manuale di promozione della salute mentale per studenti delle scuole medie superiori messo a punto dall’Istituto Superiore di Sanità sulla base del “cooperative learning”, delle “life skills” e della “self-efficacy”, ma con risultati meno rilevanti di quelli attesi. Sono state quindi fatte delle modifiche al Manuale per studenti e cercato di semplificarne il linguaggio per consentirne l’uso anche nelle scuole medie inferiori. Il presente studio si propone di va- lutare l’efficacia nella pratica di questa nuova versione del manuale comprensiva di un notebook. Metodi. Il disegno utilizzato è stato di ti- po pre-post anche con confronto gruppo sperimentale vs controllo. Sono state incluse cinque classi nel gruppo sperimentale e cinque classi nel gruppo di controllo appartenenti a 5 diversi istituti scolastici. Lo studio dell’efficacia è stato effettuato mediante diversi questionari self- report di apprendimento delle abilità (comunicazione efficace, definizione obiettivi e problem solving), del benessere psicologico, dell’auto- efficacia percepita nella gestione delle emozioni negative e positive, delle convinzioni disfunzionali e stili di vita non salutari, come bere e fu- mare. Risultati. Sono stati osservati miglioramenti significativi in quasi tutte le dimensioni valutate con l’eccezione dell’efficacia percepita e convinzioni disfunzionali. Di particolare importanza sono stati i miglioramenti registrati nell’apprendimento delle abilità, nel benessere psi- cologico, in alcuni comportamenti “a rischio”, come il frequente coinvolgimento in litigi e/o zuffe, e il tabagismo. Complessivamente, il mi- glioramento è risultato superiore a quello osservato nel primo studio condotto dagli stessi autori utilizzando il manuale nella versione origi- naria. Conclusioni. I dati osservati confermano l’efficacia di tale approccio e in particolar modo una superiore efficacia dovuta, nell’opi- nione degli autori, all’utilizzo della nuova edizione del manuale che ha tra le sue caratteristiche anche quella di stimolare le esercitazioni ex- trascolastiche con un notebook di cui è corredato.
PAROLE CHIAVE: promozione salute mentale, benessere psicologico, scuole, problem solving, abilità di comunicazione, autoefficacia percepita, intervento psicoeducativo, efficacia nella pratica.
SUMMARY. Aim. A recent study has demonstrated the effectiveness of a structured intervention based on a manual of mental health pro- motion for students of secondary schools developed by the Istituto Superiore di Sanità based on the “cooperative learning”, the “life skills” and “self-efficacy”; unfortunately, the results were less significant than expected. The Authors made changes to the Handbook for Students simplifying the language to allow its use even in middle schools. The present study aims at evaluating the effectiveness of this new version of the manual that includes a notebook. Methods. A pre-post study design was used with also experimental vs. control group comparison. Five classes were included in the experimental group and five in the control group belonging to 5 different institutes. The efficacy has been es- tablished through several self-filled questionnaires to assess improvement of skills (effective communication, goal-setting, problem solving), psychological well-being, perceived self-efficacy in the regulation of negative and positive emotions, irrational believes, and unhealthy lifestyles such as drinking and smoking. Results. Significant improvements were observed in almost all dimensions evaluated with the ex- ception of self-efficacy and irrational believes. Of particular importance were the improvements about skills (effective communication, goal- setting and problem solving), psychological well-being and in some behaviors “at risk” as the frequent involvement in fights and smoking habit. Overall, the improvement was greater than that observed in the first study by the same authors using the manual in the original ver- sion. Conclusions. The observed data confirm the effectiveness of this approach with better results if compared to previous studies because of the use of the new edition of the manual. One of the ingredient of success, in the opinion of the authors, was the use of this manual that includes a notebook that stimulates extracurricular exercises.
KEY WORDS: promoting mental health, psychological wellbeing, schools, problem solving, communication skills, perceived self-efficacy, psychoeducational intervention, effectiveness.
http://www.rivistadipsichiatria.it

Follow by Email